Sintomi principali

PRINCIPALI SINTOMI E SEGNI DELL’IPOTIROIDISMO

    • Temperatura corporea bassa (<36.4C°)
    • Stanchezza e debolezza cronica
    • Freddolosità, intolleranza al freddo
    • Aumento di peso, obesità
    • Mixedema, soprattutto al viso (attorno agli occhi e alla mandibola), alle mani, agli arti.
    • Stitichezza
    • Pelle pallida e secca
    • Sudorazione ridotta
    • Estremità fredde e umide (viscide)
    • Infezioni ricorrenti soprattutto delle vie respiratorie (naso, gola, orecchie, bronchi)
    • Debolezza immunitaria: infezioni frequenti, candida
    • Unghie fragili, morbide, giallastre, striate o con solchi, letto ungueale pallido
    • Capelli fragili, sottili, secchi e opachi, caduta dei capelli, specialmente su fronte, nuca e zone temporali.
    • Diradamento dei peli, soprattutto su braccia, gambe (esterno del polpaccio) e ascelle
    • Diradamento o scomparsa del terzo esterno delle sopracciglia (segno di Hertoghe)
    • Diradamento delle ciglia
    • Ipoglicemia (sintomi più comuni: cefalea, brividi, sudorazione, tachicardia, stanchezza, senso di svenimento, ansia fino ad attacchi di panico, ecc.)
    • Appetito ridotto, fino all’anoressia, oppure appetito aumentato.
    • Gonfiore e pallore delle membrane mucose
    • Labbra inspessite
    • Colorito rossastro sulle guance
    • Occhi rossi, irritati, secchi
    • Voce roca e profonda
    • Eloquio lento e monotono
    • Mimica lenta
    • Movimenti lenti
    • Macroglossia (lingua ingrossata) spesso con impronta dei denti sui lati
    • Indolenza, apatia, pigrizia, svogliatezza
    • Sonnolenza, letargia
    • Ipotonia (ridotto tono muscolare)
    • Iporiflessia (riflessi diminuiti), specialmente del tendine di Achille
    • Carotenemia (colorazione giallastra del palmo di mani e piedi dovuta all’incapacità del fegato di convertire il beta-carotene in vitamina A) (nei casi severi)
    • Depressione, umore malinconico
    • Diminuzione della memoria e dell’attività mentale
    • Stanchezza mentale
    • Difficoltà di concentrazione
    • Vertigini e giramenti di testa
    • Riduzione o scomparsa del desiderio sessuale
    • Disturbi e alterazioni del ciclo mestruale e Sindrome Premestruale 
    • Infertilità, incapacità di rimanere incinta
    • Cefalea ed emicrania
    • Gonfiore alle caviglie
    • Ipotensione (pressione arteriosa bassa)
    • Polso lento (bradicardia) e molle
    • Toni cardiaci deboli
    • Dermatiti, eczemi, psoriasi, brufoli, acne
    • Dolori articolari e muscolari
    • Debolezza muscolare
    • Crampi muscolari
    • Allergie
    • Dislipidemia (colesterolo aumentato)
    • Lassità dei legamenti (piede piatto, iper-flessibilità, scoliosi, postura piegata in avanti, valgismo, tendenza alle distorsioni, rotula dislocata)

Naturalmente un certo numero di questi sintomi potrebbe avere anche altre cause ma è importante averli ben presenti perché possono aiutarci a sospettare, confermare, o almeno a non escludere la presenza di una possibile insufficienza tiroidea.

 

DISCLAIMER: Questo sito intende fornire informazione ed educazione. Non intende offrire consigli medici e le informazioni qui contenute non possono sostituirsi ad un consulto personalizzato effettuato da un medico qualificato. Il lettore dovrebbe consultare regolarmente un medico a proposito della propria salute, soprattutto riguardo a sintomi che possano richiedere diagnosi e/o trattamento. L'autore non si assume alcuna responsabilità per qualsiasi conseguenza che possa derivare da qualsiasi trattamento, procedura, azione, modifica dello stato di salute o applicazione di qualsiasi metodo da parte di qualsiasi persona che legga o segua le informazioni contenute in questo sito web. L’autore non può garantire che le informazioni e i consigli contenuti in questo sito web siano adatti o sicuri per ogni persona. Prima di intraprendere un qualsiasi tipo di trattamento o di modificare un trattamento già in atto, l’autore raccomanda che la persona si consulti con un medico esperto e di sua fiducia. Ogni sforzo è stato fatto per garantire che le informazioni qui contenute siano il più complete ed accurate possibile, oltre che aggiornate. Ci potrebbero comunque essere errori sia tipografici che di contenuto ed inoltre, poiché la ricerca medica è continua, una parte del materiale qui contenuto potrebbe essere invalidato da nuove scoperte. Quindi queste informazioni dovrebbero essere usate soltanto come guida, e non come la fonte definitiva di informazioni sulle patologie a cui qui si fa cenno. Per tutti questi motivi l’autore declina ogni responsabilità per qualsiasi conseguenza, danno o perdita che possano essere causate dal contenuto di questo sito web.